Le Vent Nous Portera

Dopo l’Acqua, la Terra e il Fuoco, l’imperdibile appuntamento annuale di Cividale in Friuli chiude il proprio cerchio alchemico con un’incursione nel mondo dell’impalpabile, dell’invisibile e dell’utopico per una dieci giorni all’insegna dell’Aria.

Mittelfest compie 26 anni e non sembra sentirli, così come non sembra accusare la fatica il direttore artistico Franco Calabretto, che dal 15 al 25 luglio vedrà finalmente concludersi la sua elaborata trilogia degli elementi iniziata nel vicino 2015 ed evolutasi con esuberanza attraverso la commistione di linguaggi di artisti del calibro di Carolyn Carlson, Alessandra Ferri, Gianmaria Testa, Emma Dante, Carlos Santana, l’Opera Nazionale Cinese, l’Agrupación Señor Serrano e molti altri ancora.

Dal 15 al 25 luglio il comune friulano si tingerà di etereo, andando a riempire le intercapedini dello spazio urbano con i suoni, la musica, la voce e i canti prodotti dall’essere umano di oggi. È nell’aria (il titolo ufficiale del «festival di prosa, musica, danza, poesia, arti visive e marionette dei paesi della Mitteleuropa») non si ferma però soltanto a una riflessione antropologico-ambientalista dell’elemento pneumatico, affrontando con veemenza il tema della Comunità Europea. Valendosi dell’aiuto di tutti i principali teatri regionali di produzione, l’apertura del Mittelfest 2017 sarà infatti affidata ad EU Europa Utopia, uno sorta di via crucis teatrale, coreutica e musicale dell’Unione negli ultimi 25 anni.

E a proposito di arti sceniche, anche questa edizione godrà di numerose anteprime nazionali, come ad esempio la coreografia Nell’aere – Inferno #5 di Michela Lucenti o il recital Report on the blind della star hollywoodiana John Malkovich, accompagnato sulla scena da i Solisti Aquilani per ripercorrere le tracce dello scrittore e attivista argentino Ernesto Sabato, uno dei creatori della tristemente nota commissione per le ricerche sui desaparecidos.

Non da meno il cartellone musicale, che vanta nomi internazionali quali l’armeno Tigran Hamasyan (Atmosphères), il britannico Sting (57th & 9th) e il bosniaco Goran Bregović (If you don’t go crazy, you’re not normal, fuori abbonamento), riuniti tutti sotto lo stesso elemento per celebrare con energia e personalità la fine di un ciclo davvero avvincente.

E queste, in attesa del programma definitivo, sono solo le anticipazioni.

Mittelfest 2017
Cividale del Friuli
Festival di prosa, musica, danza,poesia, arti visive e marionette dai paesi della Mitteleuropa
dal 15 al 25 luglio

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.